Non diamo niente per Scontato nel Tennis

Pubblicato da Marco Petrone


Inserisci il tuo migliore indirizzo email qui sotto per ricevere in Regalo 5 Video Lezioni


Privacy Policy: Il tuo indirizzo email non sará mai utilizzato per fini di SPAM.
I video verranno istantaneamente inviati all indirizzo e-mail che inserisci sopra.

no-caso-tennis

Il quesito che voglio porre a voi tennisti è questo: siamo sicuri di saper affrontare tutte le situazioni che si presentano in una partita?

Essendo il tennis uno sport di situazioni, non sempre si ha la preparazione tecnica/mentale per affrontare una partita qualsiasi sia il suo livello di difficoltà. Si può partire dalla tipica giornata di vento, il sole, in base alla fascia oraria, superficie diversa da quella che noi normalmente siamo abituati ad allenarci, campo scoperto o coperto e non per ultimo le caratteristiche del nostro avversario…

Perché il titolo “Non diamo niente per scontato”? Perché a volte si sottovalutano molti aspetti che possono compromettere l’esito della nostra partita e di conseguenza torniamo al circolo e elenchiamo le classiche “scuse” per coprire la sconfitta togliendo meriti all’avversario. Premesso che chi vince ha sempre ragione, quando si scende in campo dobbiamo avere la certezza di affrontare qualsiasi problematica (di conseguenza situazione)solo così si può uscire vincitore pur con una sconfitta.

Link Sponsorizzati

La fortuna del tennis e che nel bene ho nel male dipende solo da noi stessi quindi bisogna avere nel proprio bagaglio tecnico tutte le armi a disposizione per poter affrontare qualsiasi tipo di avversario e/o fattore esterno.

Gioca un ruolo fondamentale il proprio maestro/coach che deve mettere in condizioni al suo allievo di sentirsi sicuro nell’affrontare la partita, l’allenamento deve essere curato nei minimi dettagli e in base al periodo o se ci sono partite imminenti da affrontare, bisogna studiare la strategia giusta. Per quanto riguarda l’aspetto Tecnica, durante l’allenamento il maestro deve migliorare quelle che sono le doti del proprio allievo, oppure nel caso quest’ultimo presenta delle lacune, aiutarlo con delle sessioni tese a farlo sentire più sicuro.

Un esempio concreto

Quante volte abbiamo sentito:”Maestro ma quello mettevo sempre la palla in campo!!!“. Oppure se un fattore esterno ci infastidisce:”Maestro c’era un vento che mi impediva di farmi giocare!!!“.

E’ vero, tutti noi vorremmo giocare con le condizioni migliori ma non sempre accade, quindi se c’è una partita imminente curare più l’aspetto mentale, dove si giocherà ecc.. Mentre se non riusciamo a battere l’avversario che riesce a variare bene il gioco, allenare quelli che sono gli aspetti tecnici in modo da poter scendere in campo consapevoli di quello che si deve fare.

In pratica il Maestro deve impostare la sessione di allenamento senza dare “niente per scontato” e rendendolo per l’allievo, più piacevole e motivante.

Sportivi saluti e buon tennis a tutti.

Articolo scritto da
Pubblicato in Tennis Mentale
    Commenta

TOP 10 ATP


Stanco di sbagliare colpi
all'APPARENZA semplici?

Migliora il tuo tennis ora!!!
Ricevi 5 Video lezioni gratis
Inserisci la tua email qui

Rank
Giocatore Novak Djokovic Carlos Alcaraz Jannik Sinner Daniil Medvedev Andrey Rublev Alexander Zverev Holger Rune Hubert Hurkacz Alex de Minaur Taylor Fritz
Punti
Tutto il ranking